22 dicembre 1943: vengono fucilati a Forte Bravetta Mario Carucci e Riccardo Di Giuseppe

Viene vietato il cambio di domicilio senza precisa autorizzazione. I portieri degli stabili vengono resi responsabili dell’osservanza del divieto[1]. Qualora non osservassero l’ordine per loro è prevista la deportazione in Germania.

Vengono fucilati a Forte Bravetta Mario Carucci[2] e Riccardo Di Giuseppe[3].

Aldo Pavia

(nella foto la targa dedicata a Maio Carucci)

__________________________________________

[1] Presso il comando tedesco di via Valadier 34 vi era l’ufficio controllo dei registri dei portieri

[2] Mario Carucci, paracadutista, militante nel Movimento dei Cattolici comunisti

[3] Riccardo Di Giuseppe, appartenente alla Banda Vicovaro

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

Dic 22 2024

Ora

All Day

Archivi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...