10 gennaio 1944

Nell’VIIIa Zona, accordo fra le formazioni gappiste e il responsabile del l’organizzazione clandestina della Marina Militare per recuperare i marinai sbandati che si erano rifugiati nella zona.

Radio trasmittenti per segnalare gli spostamenti delle truppe tedesche dirette a Montecassino, vengono installate in via Casilina 598 e in via Tuscolana 463, in casa di due partigiani, Giovanni Sansoni e Angelo Tramontana.

Al comando del Fronte Clandestino Militare il generale Quirino Armellini[1] prende il posto del colonnello Giuseppe Cordero Lanza di Montezemolo, al quale resta la responsabilità operativa.

Aldo Pavia

(nella foto il generale Quirino Armellini)

________________________________________

[1] Quirino Armellini (1889-1975). Partecipa alla guerra di Libia e alla Prima guerra mondiale. Dalla fine del 1935 capo dell’Ufficio operazioni del Comando superiore in Africa Orientale. Dal 1940 addetto allo Stato maggiore Generale. Poi al comando della Divisione La Spezia e successivamente del XVIII° e IX° Corpo d’Armata.

 

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

Gen 10 2025

Ora

All Day

Archivi

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading...